Via Cesare Battisti, 66034 Lanciano (CH)
@
Indennità una tantum lavoratori dipendenti: ulteriori chiarimenti
News
Lanciano, 11 Novembre 2022

Indennità una tantum lavoratori dipendenti: ulteriori chiarimenti

Indennità una tantum 200 euro per lavoratori dipendenti: l’Inps, con messaggio n. 3805 del 20 ottobre 2022, fornisce ulteriori chiarimenti in merito all’indennità prevista dall’articolo 31, D.L. 50/2022.

Tra gli eventi tutelati che hanno determinato l’azzeramento della retribuzione del mese di luglio 2022 e che danno diritto all’indennità rientrano: 

- aspettativa sindacale

- sospensione dall’esercizio delle professioni sanitarie in caso di inadempimento dell’obbligo vaccinale (articolo 4, comma 4, D.L. 44/2021)

- aspettativa o congedo previste dai Ccnl di settore

- lavoratori destinatari dell’esonero contributivo di 0,8 punti percentuali della quota a carico del lavoratore (percettori di una retribuzione mensile imponibile ai fini previdenziali inferiore o uguale a 2.692 euro ai sensi dell’articolo 1, comma 121, L. 234/2021), in relazione a contratti di lavoro antecedenti al 24 giugno 2022, non abbiano beneficiato di tale esonero in virtù di un abbattimento totale della contribuzione datoriale e di quella a carico del lavoratore.

In caso di mancata erogazione dell'indennità da parte del datore di lavoro nella retribuzione di luglio 2022, in riferimento agli eventi eventi sopra menzionati, ovvero, per una tardiva dichiarazione resa dal parte del lavoratore, potranno provvedervi tramite flusso regolarizzativo sulla competenza del mese di luglio 2022, entro e non oltre il 30 dicembre 2022. Nell’ipotesi di indebita erogazione, le Strutture territoriali non procederanno alla conferma del flusso regolarizzativo.

 

Indennità una tantum 150 euro per lavoratori dipendenti sarà riconosciuta:

  • ai lavoratori dipendenti, con esclusione di quelli con rapporto di lavoro domestico
  • aventi una retribuzione lorda per il mese di novembre 2022 non eccedente l'importo di 1.538 euro
  • per il tramite dei datori di lavoro
  • in via automatica, nella retribuzione erogata nella competenza del mese di novembre 2022
  • reddito non superiore a 20.000 euro per l'anno 2021                                                                                                                                     
  • previa dichiarazione del lavoratore di non essere titolare di prestazioni pensionistiche o di averlo ricevuto da altro datore 
  • l’indennità è riconosciuta anche nei casi in cui il lavoratore sia interessato da eventi con copertura di contribuzione figurativa integrale dall'INPS (congedi, ferie, malattia)

 

Comunicati
Partner
Convenzioni
© Copyright 2022 Business Booster s.r.l.